Le Grandi Vie delle Civiltà
Le Grandi Vie della Civiltà. Relazioni e scambi fra il Mediterraneo e il centro Europa dalla Preistoria alla Romanità e Ötzi20 - Life. Science. Fiction. Reality

Mostra a Trento, Castello del Buonconsiglio. Visita con l'archeologo Franco Marzatico, direttore del Castello del Buonconsiglio. Mostra a Bolzano, Museo archeologico dell'Alto Adige.

Sabato 15
e domenica 16 ottobre

Il Castello del Buonconsiglio di Trento ci aspetta con una grande mostra internazionale: “Le Grandi Vie delle Civiltà. Relazioni e scambi fra il Mediterraneo e il centro Europa dalla Preistoria alla Romanità”. Eccezionali testimonianze provenienti da numerosi musei europei sono riunite per la prima volta al Castello del Buonconsiglio di Trento per offrire una visione d'insieme della diffusione, a largo raggio, di beni, innovazioni tecnologiche, forme di comunicazione, modelli ed espressioni della sfera ideologico-religiosa. Una grande mostra archeologica alla scoperta di viaggi avventurosi dalla Preistoria alla Romanità, di uomini, donne, beni ed idee. Un'esposizione che si propone di stimolare riflessioni sulle interazioni culturali, sugli incontri e scontri di civiltà che nell'antichità, come nel mondo moderno, hanno determinato l'affermarsi di fenomeni multiculturali. Nostra guida d'eccezione sarà il curatore della mostra nonché direttore del Museo, monumenti e collezioni provinciali di Trento, Prof. Franco Marzatico.

Seconda tappa a Bolzano dapprima per una breve visita guidata in compagnia di Roberto Seppi, già direttore dell'Azienda di promozione turistica e conoscitore come pochi delle vicende storiche della sua città. Il giorno successivo visiteremo la mostra “Ötzi20 - Life. Science. Fiction. Reality” allestita al Museo archeologico dell'Alto Adige in occasione dei 20 anni dalla scoperta della più celebre mummia al mondo. Un percorso espositivo di quattro piani tra scienza, cronaca, costume, curiosità e arte alla scoperta del rapporto che Ötzi ha instaurato con noi contemporanei. E una nuova ricostruzione di com'era da vivo. Vengono illustrate le più recenti scoperte scientifiche presentando numerose curiosità sulla mummia dell'Età del rame. Come un filo rosso, aleggia per l'intera esposizione la domanda: che impatto ha Ötzi su noi contemporanei?