Monastero di Sevanavank.
Viaggio in Armenia
Dal regno di Urartu ai nostri giorni: viaggio alla scoperta dell'archeologia, della storia e della cultura armene con le archeologhe Emanuela Borgia ed Elena Cagiano de Azevedo. Meta poco conosciuta sulla Via della Seta, enclave cristiana nel cuore del Caucaso, l'Armenia offre al visitatore panorami incantevoli fra antichità e monasteri.
Da giovedì 7
a sabato 16 ottobre

Quest'anno l'AAT propone un itinerario particolarmente intrigante in un paese ricco di storia e di tradizioni, in una regione cruciale del mondo, che ha visto l'Armenia contrapporsi ai suoi vicini: 30'000 km quadrati (quindi è più piccola della Svizzera) con circa la metà degli abitanti di casa nostra; più del doppio sono però gli armeni della diaspora. L’Armenia è oggi chiamata “la tigre del Caucaso” per i successi economici conseguiti dopo l'indipendenza del 1991. L’Armenia è stata la prima nazione ufficialmente cristiana agli inizi del IV secolo, mentre è nell'anno 405 che viene adottato, per tradurre dal greco testi sacri, medici e scientifici l'alfabeto di 36 lettere ancora oggi impiegato. Una nazione fiera delle sue radici storiche, culturalmente omogenea, che si rispecchia nei suoi monumenti: un numero sorprendente di monasteri medievali, di chiese dalle inconfondibili architetture e di fortezze dalle mura imponenti. Con il valore aggiunto di una popolazione ospitale come poche altre.

L’itinerario proposto si snoderà fra paesaggi naturali molto suggestivi, dando così l’opportunità ai partecipanti di conoscere una regione nella quale la quantità e la qualità dei luoghi di interesse sono davvero eccezionali. Le archeologhe Emanuela Borgia ed Elena Cagiano de Azevedo ci accompagneranno lungo tutto il percorso.

I soci hanno avuto l’opportunità di apprezzare Emanuela Borgia in occasione della conferenza “Armenia: architettura, arte e archeologia” lo scorso 13 aprile.

Il viaggio è organizzato con il supporto tecnico della Kuoni Viaggi di Lugano.
Documenti necessari: passaporto valido 6 mesi oltre la data di rientro e visto collettivo.

Il programma dettagliato del viaggio con tagliando di iscrizione è stato inviato a tutti i soci.