Gita a Roma: "Divus Vespasianus. Il bimillenario dei Flavi"
Viaggio nel tempo attraverso i monumenti più significativi dell'area del Foro, del Palatino e del Colosseo in occasione del bimillenario della nascita di Vespasiano.
Da giovedì 5
a domenica 8 novembre
Roma celebra il bimillenario della nascita di Vespasiano con ben tre mostre, organizzate con un percorso espositivo che accompagna il visitatore in un viaggio nel tempo attraverso i monumenti più significativi dell'area del Foro e del Palatino e termina all'Anfiteatro Flavio, meglio noto come Colosseo, il monumento simbolo di Roma, toccando alcuni dei principali luoghi interessati dalla grande ristrutturazione promossa dagli imperatori flavi nell'Urbe. I Flavi conquistarono tra l'altro Gerusalemme e posero le basi per la massima espansione dell'Impero. Vespasiano, il loro capostipite, un Sabino di origini plebee, era destinato a diventare uno dei più importanti imperatori della storia di Roma. La mostra, curata dal prof. Filippo Coarelli e dalla Soprintendenza Archeologica di Roma, ha il merito di proporre una figura storica troppo spesso passata sotto silenzio dal paragone sempre effettuato con altri illustri imperatori. Vespasiano (69-79 d.C.), invece, ha incarnato un momento di trasformazione, per alcuni aspetti addirittura di rottura, nei confronti della gestione del potere e delle sue regole, strutturate nel tempo dall'aristocrazia romana.

Con il breve viaggio autunnale, accompagnato dall'archeologa Matilde Carrara, si propone la visita delle importanti mostre in corso a Roma con l'approfondimento del periodo storico in oggetto e dei principali monumenti legati all'attività edilizia del periodo flavio, tra cui lo Stadio di Domiziano, oggi occupato dalla scenografica bellezza di Piazza Navona e il Tempio della Pace, fatto erigere da Vespasiano tra il Foro di Nerva e la Basilica di Massenzio. Si avrà anche l'opportunità di visitare lo scavo in corso alla Villa di Livia a Prima Porta con l'addetta ai lavori, ponendo particolare attenzione ai notevoli interventi ascrivibili proprio alla fase flavia.