Conferenza Michela Zucca
La Preistoria oggi: saper tornare indietro per superare la crisi
Conferenza di Michela Zucca, antropologa.
Lunedì 17 febbraio - ore 20.30
Lugano, Palazzo dei Congressi
Perché studiare la Preistoria oggi? Da molto tempo si è scoperto che le società preistoriche non erano dominate da un’economia di miseria e di scarsità di mezzi di sussistenza. Per decine di migliaia di anni gli esseri umani hanno vissuto in comunità egualitarie, matrifocali e hanno adorato una Dea femmina. Ponendosi stretti limiti demografici e calcolando la capacità portante degli ecosistemi vivevano nell’abbondanza e non diventavano povere se non quando entravano in contatto continuo e prolungato con i bisogni che i grandi regni e le monarchie assolute avevano creato, e che il loro sistema di produzione non era più in grado di soddisfare. Nei momenti di crisi però - tutti gli imperi cadono - sono state proprio queste strutture disseminate sul territorio e autosufficienti che hanno saputo sopravvivere a guerre e carestie. Uno degli esempi più eclatanti è proprio la civiltà delle montagne. Sulle Alpi sono rimaste strutture socioeconomiche, costruttive e produttive arcaiche, le cui origini risalgono all’età della Pietra. Le Regole delle comunità che si sono tramandate per secoli (ma probabilmente per millenni) avevano uno scopo fondamentale: impedire il depauperamento del territorio imponendo dei limiti allo sfruttamento. Praticamente, frenare lo sviluppo. A causa della crisi climatica che il mondo deve affrontare siamo obbligati a fare “un passo indietro” nello sviluppo e nel consumo delle risorse. Per questo è necessario studiare quelle società che sono state capaci di darsi dei limiti e all’occorrenza di “regredire”. Stiamo cercando di capire quali meccanismi sociali hanno messo in campo culture che, in diverse parti del mondo, hanno deciso di “tornare indietro”. Fino ad ora il “regresso” è stato interpretato come segno di imbarbarimento. Ora però si impongono criteri diversi. Per questo abbiamo creato l’Associazione Sherwood che si occupa di organizzare trekking archeologici sui sentieri delle Madri antiche: scavare nel passato preistorico per elaborare soluzioni alla crisi del presente. L’archeologia riacquista una funzione cruciale.