Museo d'Arte di Mendrisio: “Gli atleti di Zeus. Lo sport nell'antichità”
Mostra archeologica in occasione dei campionati mondiali di ciclismo su strada. Visite guidate con l'archeologo Esaù Dozio, co-curatore della mostra.
Sabato 12 settembre
In occasione dei Campionati del Mondo di Ciclismo 2009 il Museo d'Arte di Mendrisio ospita una mostra archeologica del tutto eccezionale. Più di 130 reperti, provenienti dalle più prestigiose collezioni svizzere e tedesche, permettono di scoprire l'importanza delle competizioni sportive nel mondo classico, nonché la posizione privilegiata dell'atleta nella società greco-romana. Tra gli oggetti esposti si annoverano alcuni tra i più famosi capolavori che l'antichità classica ci ha tramandato. L'agonismo, in effetti, è stato uno dei soggetti prediletti dagli artisti greci. Nella statuaria, così come nella pittura vascolare e nelle arti minori, vengono sovente rappresentate scene di allenamento e di competizione, sia per l'importanza culturale dello sport nel mondo ellenico, sia per la possibilità, offerta dai corpi in movimento, di studiare e perseguire un ideale estetico.

L'esposizione del Museo d'Arte di Mendrisio ricostruisce il contesto mitologico e sociale in cui nascono e si sviluppano gli agoni in Grecia. Approfondisce inoltre le discipline "canoniche" e i legami, molto stretti, che univano il mondo sportivo con la formazione personale e l'organizzazione della società.

Per saperne di più: Mendrisio Museo d'Arte.